tr palla color.png
youtube palla color.png

AIa DEI DIAVOLI

La nostra piccola Whistler. Rinnomato per il suo carattere viste le importanti pendenze e declivi che costeggiano il botro "Ciabattoli" con partenza dalla vetta del Monte Castelnuvo da cui trae il nome (850 mt s.l.m.). La velocità è la sua caratteristica principale insieme all'adrenalina. Attraversa sia un bosco di alto fusto che un castagneto, formato da un fondo poco roccioso ma presenta svariati drop, sponde e passaggi tecnici che aumentano il divertimento. Parcogiochi.

aia dei diavoli ricca.jpg
astrogoli pardo1.jpg

Astrogoli

tr palla color.png
youtube palla color.png

L'old school. Partenza in salita per raggiungere il poggio denominato Astrogoli, dove il panorama la fa da padrona con sfondo il "Castello di Fosini". Caratterizzato da ampi spazi che permettono al rider di scegliere la propria linea ideale, ma non per questo da sottovalutare visti i passaggi tecnici in piccoli canyon scavati nella roccia. Ride or Die.

tr palla color.png
youtube palla color.png

Bruciano

L'enduro in mountain bike. Cinquencento metri di singletrack tecnico completo di rilanci e tratti tecnici agevolati da curve spondate. Ottimo test per valutare il vostro allenamento. Caratterizzato nel seguire da un fondo molto sassoso e veloce, per continuare su un tratto pendente dove i freni diventeranno i vostri migliori amici. La sua parte finale, molto veloce, formata da curve spondate su terreno erboso 100% british style. Completo. Il sentiero prende il nome dall'antica Fattoria di Bruciano apprezzabile durante la risalita per la trail zone a fine sentiero. Degna di nota la Cappella di Sant'Ottaviano dove sono custoditi i resti della nobile famiglia ottocentesca Von Wesendonk.

bruciano.jpg
infernacci.jpg

Infernacci

tr palla color.png
youtube palla color.png

Indubbiamente il più completo di tutti, composto da tratti veloci, rilanci, fondo sassoso, flow, curve in contro pendenza, di tutto di più. Partenza con singletrack dove obbligatorio guadagnare velocità in modo da mantenere l'equilibrio nel rock garden. Superato il piccolo tratto da rilanciare si entra nella seconda parte del trail, gli Infernacci, formata da molto flow dove sono dislocate curve tecniche inaspettate. La parte finale è sicuramente il tratto più veloce di tutta la trail area, conteranno molto le sospensioni e l'allenamento fisico di ogni rider. Degni di nota i punti panoramci su una intera vallata. Deciso.

tr palla color.png
youtube palla color.png

Pratone

Il più guidato di tutti. Dopo il salto dell'albero iniziale sul poggio Pratone si vola letteralmenete in uno slalom di alberi da alto fusto acquisendo velocità indispensabile per oltrepassare il primo rilancio. Il proseguire si addentra all'interno di una pineta con poca pendenza, dove conterà spingere sui pedali approfittando delle infinite sponde, per concludere nella seconda parte con l'uamento graduale della velocità. Pompare.

astrogoli closed.jpg
stregaia.jpg

Stregaia

tr palla color.png
youtube palla color.png

Il nome non è stato scelto a caso. Oltre a rispettare la denominazione della sua ubicazione, è un sentiero maledetto per le sue infinite contropendenze e tratti scivolosi. Partenza alla velocità della luce in un canyon naturale dove poter surfare con la bici, ma questo non dove ingannarvi, vi aspettano tratti tecnici e curve nascoste da apporcciare con la giusta velocità. Presenta svariati tratti in grado di stupirvi mettendo alla prova la vostra capacità di danzare sulla mtb. Non di meno sarà il drop in salita con tanto di rilancio da cardiopalma che vi porterà nella sezione finale e al fiume Pavone. Insidiso.